Frittelle di asparagi selvatici. Finalmente, dopo tanti anni, riesco a pubblicare la ricetta delle frittelle di asparagi preparate da mia madre. Quattro persone coinvolte per un post di poche righe: mio padre e mia madre sono riusciti a raccogliere i pochi asparagi selvatici ancora presenti nella campagna, mia madre ha preparato l’impasto delle frittelle, io ho fritto, mio marito ha fotografato e tutti insieme ci siamo sacrificati per decretare il verdetto sul sapore di queste frittelle.

Frittelle di asparagi selvatici, ricetta sarda

Le frittelle di asparagi selvatici, irresistibili

Inutile dire che sono buonissime, erano anni che non le mangiavo e mi hanno riportato indietro negli anni.
Ovviamente potete preparare le frittelle utilizzando gli asparagi coltivati, ma il sapore sarà diverso in quanto quelli selvatici hanno un gusto più marcato e deciso.
La realizzazione di questa ricetta è molto semplice, mi sarà un po’ difficile indicare le dosi precise perché mia madre si basa sul metodo empirico delle pesate “ad occhio” ! Tenete conto che l’impasto deve avere una consistenza densa ma non troppo corposa e va versato a cucchiaiate direttamente nell’olio.

Ingredienti per le frittelle di asparagi selvatici.

Dosi per 4 persone:
  • 300 grammi di asparagi selvatici;
  • un uovo intero;
  • due, tre cucchiai di farina;
  • una grattata di noce moscata;
  • sale e pepe;
  • olio di arachidi per friggere.

Preparazione delle frittelle di asparagi selvatici.

Eliminate la parte più dura del gambo degli asparagi e fateli lessare in acqua per circa 7 minuti. Scolateli e lasciateli intiepidire.
Adagiate gli asparagi su un piano o su un tagliare e tenendoli per la parte del gambo raschiate via le parti più morbide. Vi rimarranno in mano i filamenti più duri e fibrosi.
Tritate bene quello che rimane sul tagliere e mettetelo in una terrina, aggiungete l’uovo sbattuto, un pizzico di sale, una grattata di noce moscata e una spolverata di pepe. Aggiungete la farina fino ad ottenere una sorta di pastella di media consistenza. Non deve essere ne fluida ne troppo dura.
Fate scaldare l’olio in una padella fino ad una temperatura di 170°C (quindi calore non troppo forte altrimenti le frittelle non cuoceranno all’interno) e colatevi delicatamente cucchiaiate di impasto.
Salate a fine cottura e servite le frittelle appena fatte ben calde.

Frittelle di asparagi, ricetta vegetariana

Frittelle di asparagi selvatici