Ravioli di patate


I ravioli di patate sono un primo piatto della molto diffuso nella cucina italiana. In ogni regione e famiglia si trova una loro diversa variante. Nella nostra cucina i ravioli di patate si rifanno a quelli tipici che si preparano in Sardegna(li vedremo più avanti) anche se diversi nella forma e con qualche piccola variazione anche nel ripieno.

Ravioli di patate, primo piatto

Vediamo ora come si cucinano in casa i ravioli di patate.

Ingredienti per i ravioli di patate.

Dosi per circa 90-100 ravioli (*).

Per la pasta:

  • 1kg di semola di grano duro;
  • acqua quanto basta.

Per il ripieno:

  • 1kg di patate con la buccia;
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 2 tuorli medi;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 50 grammi di formaggio pecorino (o grana);
  • alcune foglioline di menta;
  • 2 spicchi di aglio grattugiato.

Preparazione dei ravioli di patate.

Preparazione della pasta.

Impastate la semola aggiungendo poco per volta l’acqua e lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Coprite l’impasto con un telo di cotone e fatelo riposare giusto il tempo necessario per la preparazione del ripieno.

Preparazione del ripieno.

Fate cuocere le patate in acqua bollente con la buccia per circa 40/50 minuti. Quando saranno ben cotte e morbide, pelatele e passatele al passaverdura (o, se preferite, utilizzate lo schiacciapatate, mai il frullatore!).
Unite i tuorli, l’aglio grattugiato, le foglioline di menta tritate, l’olio, lo zafferano e il pecorino (ahimè io non amo il sapore del pecorino quindi uso parmigiano).
Amalgamate bene in modo da distribuire gli ingredienti omogeneamente. Ora procedete con la preparazione dei ravioli.

Formatura e cottura dei ravioli.

Stendete la pasta in una sfoglia sottile (io ho utilizzato la sfogliatrice impostata alla penultima tacca).
Disponete delle palline di ripieno sulla sfoglia e richiudete ponendo sopra un’altra striscia di pasta, fate aderire bene le due sfoglie e fate in modo che non rimanga dell’aria intrappolata all’interno dei ravioli.
Con la rotellina ritagliate i ravioli dandogli una forma quadrata.
Quando avrete terminato cuoceteli in abbondante acqua salata (pochi per volta) e, man mano che saranno cotti, disponeteli in un insalatiere o in un piatto di servizio.
Condite subito con del semplice sugo preparato con pomodoro fresco e basilico, spolverizzate con del parmigiano o se preferite del pecorino.
Procedete alternando strati di ravioli e di sugo in modo da distribuire il condimento in modo omogeneo.

 Consigli(*).

I ravioli di patate si possono congelare. Cuocete solo quelli necessari, i restanti disponeteli in un vassoio senza sovrapporli e copriteli con della pellicola. Una volta congelati potete riporli in un sacchetto

Ravioli di patate, ricetta primo piatto

Condite i vostri ravioli di patate con un sugo semplice a base di pomodoro fresco e basilico


By | 2017-06-08T20:27:33+00:00 agosto 25th, 2011|Categories: Pasta, Primi piatti|Tags: , , , , |2 Comments

About the Author:

2 Comments

  1. Günther 28 agosto 2011 at 9:15 am - Reply

    Spiegare le tradizioni culinarie non è facile, ma qualcosa in più su questa specialità della sardegna ora la conosciamo, credo di non essere unico a conoscere poco le tradizioni culinarie dell’isola.

    Grazie del consiglio sullo yogurt non ci avevo mai pensato :-))

  2. Cristina 29 agosto 2011 at 9:15 pm - Reply

    La cucina sarda è una cucina semplice,ma dai sapori intensi.E’caratterizzata soprattutto dai prodotti simbolo della cultura agropastorale quali la carne arrosto, il pane, i vini e i formaggi.
    Fammi sapere come va con lo yogurt!
    Cristy

Leave A Comment