Polenta al sugo alla sarda


La polenta al sugo alla sarda è una preparazione sostanziosa e saporita che si prepara intervallando fette di polenta con sugo (solitamente fatto con la salsiccia fresca), pecorino e ripassata in forno prima di essere servita.

Polenta al sugo, ricetta primi tradizionali

Polenta al sugo nella versione vegetariana di famiglia

Solitamente si pensa alla polenta come piatto simbolo delle regioni del nord Italia, ma anche in Sardegna, soprattutto nell’entroterra, il suo consumo è assai diffuso.
La versione più tradizionale è quella semplice, in cui la polenta viene fatta cuocere con un soffritto di cipolla. Sebbene io viva nella parte sud occidentale della Sardegna, mia madre preparava spesso la polenta e ricordo che la mia preferita era appunto quella in bianco con le cipolle e, udite udite, con l’aggiunta di “gerdasa”: ossia il grasso del maiale tagliato a cubetti e fatto cuocere in padella fino a renderlo croccante, in pratica una variante dei ciccioli. Ma andavo matta anche per la versione rossa con il sugo di salsiccia fresca e semi d’anice.

Con il passare degli anni i miei gusti si sono orientati verso sapori più delicati e sono diventata vegetariana, ma continuo a cucinare e ad apprezzare, seppur con qualche modifica, la polenta sia bianca che rossa!
Oggi il calendario del cibo parla di polenta e ambasciatrice della giornata nazionale Cinzia Donadini (Essenza in cucina) ci racconterà tradizione e usi di questo piatto simbolo della nostra cucina.
Colgo quest’occasione per proporvi la polenta al sugo alla sarda in versione vegetariana.

Ingredienti per la polenta al sugo alla sarda.

Dosi per 4 persone:
  • 280 grammi di polenta;
  • 1 litro d’acqua;
  • sale;
  • 500 grammi di passata di pomodoro;
  • 150/200 grammi di funghi freschi;
  • 20 grammi di funghi porcini secchi;
  • mezza cipolla;
  • uno spicchio d’aglio;
  • una bustina di zafferano;
  • un cucchiaino di semi d’anice;
  • pecorino (io uso parmigiano perché non mi piace)

Preparazione della polenta al sugo.

Per prima cosa preparate la polenta come al solito. Scaldate l’acqua con un pizzico di sale e prima che raggiunga il bollore aggiungete a pioggia la farina mescolando continuamente con un cucchiaio. Se versate la farina quando l’acqua bolle è più facile che vi si formino dei grumi.
Mescolate per circa 30 minuti fino a che la polenta diventerà soda e si staccherà dalle pareti della pentola.
Versatela subito su un piano ricoperto con della carta da forno e stendetela aiutandovi con il dorso di un cucchiaio in un rettangolo di circa 1 cm di spessore per livellare bene potete premere leggermente con le mani bagnate nell’acqua fredda (fate attenzione a non scottarvi).
Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate il sugo.

Preparazione del sugo.

Mettete in ammollo i funghi porcini secchi. Tagliate la parte terrosa del gambo di quelli freschi, sciacquateli sotto l’acqua corrente e asciugateli. Tagliateli a fette non troppo sottili.
Tritate la cipolla e l’aglio e metteteli in una pentola insieme ad un filo d’olio. Lasciate insaporire per qualche minuto quindi aggiungete i funghi freschi e dopo pochi minuti unite la passata di pomodoro. Scolate i porcini dall’acqua di ammollo e aggiungeteli al sugo. Abbassate la fiamma e fate cuocere semicoperto per circa 30 minuti. Circa dieci minuti prima di spegnere regolate di sale e unite i semi d’anice.
Lontano dal fuoco insaporite il sugo con la bustina di zafferano.

Composizione e cottura.

Versate un mestolino di sugo sul fondo di una pirofila. Tagliate la polenta stesa a fette e fate un primo stato, ricoprite con sugo e una generosa manciata di pecorino o parmigiano.
Proseguite fino a terminare gli ingredienti. L’ideale è creare solo due strati. Concludete con sugo e una spolverata di parmigiano.
Mettete in forno già caldo a 180°C per circa 20/30 minuti.
Lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire.

Polenta al sugo , ricetta primi

Polenta al sugo un piatto sostanzioso e di gran gusto


About the Author:

5 Comments

  1. Andreea 9 ottobre 2016 at 9:29 am - Reply

    Ma che piatto succulente, come vorrei tuffare una forchetta dentro, gnam, gnam…

  2. frifrttomistoblog 9 ottobre 2016 at 12:34 pm - Reply

    Posso averne un po’…. foto e ricetta davvero fantastiche!

  3. Camilla 9 ottobre 2016 at 8:12 pm - Reply

    Vista l’ora di cena, mi piacerebbe proprio gustare un bel piatto della tua polenta. 🙂
    Ottima e gustosa ricetta!

  4. Cinzia 10 ottobre 2016 at 6:01 pm - Reply

    Davvero un piatto ricco dei sapori intensi e perfetti per l’inverno e per combattere il clima rigido. Devo dire che potrebbe essere anche un bel modo per riutilizzare la polenta del giorno prima, a fette ed a strati di sugo. Molto gustoso…!
    Grazie Cristina per il tuo bel contributo 🙂

  5. Irene Prandi 13 ottobre 2016 at 1:14 pm - Reply

    Fantastico Cristina, devo prepararla ai miei genitori… Mio papà piemontese, mia mamma sarda… Piacerà sicuramente ad entrambi 🙂

Leave A Comment