Le barchette di cetrioli farcite sono una buona soluzione per un antipasto o per un pasto leggero, fresco e veloce. Una ricetta vegana che si prepara con ingredienti che non prevedono nessun tipo di cottura, da poter realizzare anche all’ultimo minuto.
Si può definire una ricetta adatta per l’estate e non solo per la stagionalità degli ingredienti utilizzati, ma anche perché tra mare e momenti di svago non si ha molta voglia di stare in cucina a manovrare tra pentole e fornelli.

Barchette di cetrioli, ricetta vegana

Barchette di cetrioli farcite fresche, veloci e leggere

D’altra parte però non si può cenare o pranzare per tutta l’estate con pizza o gelato (come vorrebbe fare la sottoscritta) ogni tanto bisogna pur mangiare qualcosa in casa sia per contenere i danni alla linea, ma anche al portafoglio.
Il giusto compresso si può trovare cercando di preparare cose veloci e senza cottura. E la cucina senza cottura è così interessante e ambita che il calendario del cibo ha deciso di dedicargli quest’oggi la giornata nazionale.

L’ambasciatrice Anna Calabrese (blog La Cucina di Anisja) ci parlerà di questo tipo di cucina e i vari contributi ci daranno tante idee e spunti per preparare deliziose ricette.

Io partecipo con delle barchette di cetrioli farcite con ingredienti dai sapori mediterranei: pomodori, olive, capperi, basilico e pane per legare il tutto. Una preparazione che trae ispirazione da una ricetta che ho subito notata sulla rivista “La cucina italiana” e che ho voluto provare con qualche piccola modifica!

Ingredienti per le barchette di cetrioli.

Dosi per quattro persone:
  • 2 cetrioli;
  • 50 grammi di mollica di pane;
  • un pomodoro secco (anche due/tre se non sono eccessivamente salati);
  • una cucchiaio di capperi sotto sale;
  • due cucchiai circa di olive verdi;
  • un cucchiaio di senape;
  • zenzero in polvere;
  • due cucchiai di aceto di mele;
  • tre, quattro foglioline di basilico;
  • due cucchiai di olio;
  • sale, pepe;
  • erba cipollina per guarnire.

Preparazione delle barchette di cetrioli.

Lavate bene i cetrioli, tagliate la punta e divideteli a metà per il lungo.
Con un cucchiaino scavate la polpa centrale lasciate circa mezzo cm di polpa sul fondo e lungo il bordo. Trasferite in una ciotola raccogliendo anche il succo formato durante il taglio. Dividete ciascun guscio di cetriolo in due parti in modo da ottenere 8 pezzi e tenete da parte.
Spezzettate la mollica del pane e unitelo alla polpa dei cetrioli. Tritate grossolanamente i capperi precedentemente dissalati e i pomodori secchi.
Snocciolate le olive e tritatele. Condite il ripieno con la senape, l’aceto di mele, una spolverata di zenzero, l’olio, il basilico lavato e spezzettato a mano, un pizzico di pepe (non credo sia necessario aggiungere ancora sale)
Lasciate riposare il composto per mezz’ora circa in modo che il pane si ammorbidisca (io ho usato un pane di semola di grano duro fatto in casa, quindi con una mollica più resistente) e i sapori si distribuiscano uniformemente.
Poco prima di servire suddividete il ripieno sui gusci di cetriolo, guarnite con erba cipollina e un goccio d’olio.

Barchette farcite , ricetta senza cottura

Barchette di cetrioli farcite preparate senza cottura