Gnocchi di grano saraceno con crema di piselli e portulaca


Gli gnocchi di grano saraceno sono un primo piatto dal sapore rustico e gradevole. La ricetta base è quella degli gnocchi di patate dove una parte della farina 00 è stata sostituita dalla farina di grano saraceno. Per un risultato sicuro accertatevi di utilizzare delle patate vecchie e farinose e vi suggerisco di provare la cottura in forno.
Non sono mai stata grande mangiatrice di gnocchi e in famiglia quasi si contano le volte che li abbiamo preparati. Da noi vanno di più i gnocchetti che sono tutt’altra cosa, ma grazie all’Mtc e ad Annarita (Il bosco di alici) ho imparato diverse cose sugli gnocchi e ho iniziato a fantasticare sulle loro possibili interpretazioni.Ho fatto più gnocchi in questa settimana che in dieci anni di esperimenti culinari!
La mia terza proposta per la gara dell’Mtc sono gli gnocchi di grano saraceno con crema di piselli, portulaca e fonduta di gorgonzola.

Gnocchi di grano saraceno, ricetta primi

Gnocchi di grano saraceno serviti con crema di piselli e fonduta di gorgonzola

La portulaca è un erba spontanea che è sempre cresciuta nel piccolo orticello di mio padre ma che solo da pochi anni abbiamo iniziato ad apprezzare in cucina. In questo piatto di gnocchi conferisce quella punta asprigno che si contrappone alla dolcezza dei piselli e in più aggiunge una nota di croccante. E ora passiamo alla ricetta.

Ingredienti per gli gnocchi di grano saraceno.

Dosi per quattro persone.

Per gli gnocchi:

  • 600 grammi di patate farinose;
  • 60 grammi di farina 00;
  • 60 grammi di grano saraceno;
  • un pizzico di sale.

Per il condimento:

  • 300 grammi di piselli;
  • uno scalogno piccolo;
  • 100/200 grammi di portulaca ( io ne ho usato un mazzetto non so quantificarne bene il peso);
  • 150 grammi di gorgonzola;
  • latte;
  • scorza di limone grattugiata;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe.

Preparazione degli gnocchi di grano saraceno.

Cuocete le patate intere in forno a 180°C per circa 40/60 minuti fino a che saranno morbidissime.
Pelatele quando sono ancora calde e con il passapatate riducetele in purè.
Mescolate insieme la farina 00 e la farina di grano saraceno aggiungetele pian piano al composto di patate insieme ad un pizzico di sale. Lavorate velocemente fino ad avere un panetto compatto e omogeneo. Prendete dei pezzettti di impasto e rotolateli sotto le mani in modo da creare dei filoncini di circa 1 cm di spessore. Dividete quindi in tocchetti da 2 cm circa e fateli rotolare sui rebbi di una forchetta oppure su un rigagnocchi esercitando una leggera pressione al centro in modo da creare un incavo.

Preparazione del condimento.

Sbucciate lo scalogno e tritatelo finemente. Mettetelo in un tegame insieme a due cucchiai d’olio e fate insaporire pochi minuti. Aggiungete i piselli e fate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti, se necessario aggiungete un poco di brodo vegetale o acqua.
Quando i piselli saranno morbidi metteteli nel bicchiere del frullatore e riduceteli in crema. Se necessario aggiungete un goccio di latte per rendere la crema più liscia e fluida. Regolate di sale e pepe e tenete al caldo.
Lavate la portulaca e affettatela, mettetela in una terrina e conditela con due cucchiai d’olio, un pizzico di sale, pepe e un poco di scorza di limone grattugiata.
Preparate anche la fonduta al gorgonzola facendolo sciogliere insieme ad un goccio di latte caldo, fino ad ottenere una crema di consistenza simile ad una fonduta.

Cottura degli gnocchi.

Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocetevi gli gnocchi pochi per volta. Scolateli man mano che verranno a galla. Conditeli con la portulaca e mescolate delicatamente.
Suddividete la crema di piselli sui piatti, versate gli gnocchi e guarnite con la fonduta al gorgonzola.

Gnocchi di grano saraceno con crema di piselli

Gnocchi di grano saraceno con crema di piselli e portulaca tutti da gustare

Gnocchi di grano saraceno con crema di piselli

Gnocchi di grano saraceno con crema di piselli, portulaca e fonduta di gorgonzola

Con questa ricetta partecipo all’Mtc 59 

banner_sfidadelmese59-768x3671


About the Author:

3 Comments

  1. Mariangela 25 settembre 2016 at 10:55 pm - Reply

    Complimenti per questa ricetta Cristina! Davvero interessante l’uso della portulaca, che so essere considerata un erbaccia ma che ho anch’io assaggiato in diversi piatti apprezzandola molto. Bellissime anche le tue foto. =)

  2. Annarita Rossi 27 settembre 2016 at 9:58 pm - Reply

    L’ho sempre estirpata dal mio giardino perchè è infestante, per noi è l’erba grassa punto. Ho scoperto più tardi che si può mangiare ma non l’ho mai provata. Ora la ritrovo qui nella tua ricetta e mi sembra fighissima. Ingredienti ben studiati e ben armonizzati. Complimenti.

    • Cristina Tiddia 28 settembre 2016 at 10:12 am - Reply

      Grazie Annarita!!Anche noi abbiamo scoperto da poco la bontà della portulaca! Ora la mangiamo tutti i giorni mista nell’insalata e pian piano sto iniziando a sperimentare anche altri utilizzi!

Leave A Comment