Pasticciotto leccese


Il pasticciotto leccese è una delizia che ci regala la pasticcera salentina. E’ un tortino di pasta frolla, rigorosamente preparata con lo strutto, guarnito all’interno con abbondante crema pasticcera e cotto in forno. Non sono mai stata nel Salento e non ho mai assaggiato il pasticciotto ma ho letto che la tipica colazione dei Salentini è proprio a base di pasticciotti  mangiati caldi appena sfornati.

pasticciotto leccese, ricetta tradizionale

Pasticciotto leccese. Per un buon risultato la crema deve essere ben soda e fredda prima della cottura.

Il calendario del cibo, oggi mi ha dato l’occasione giusta per preparare una deliziosa colazione a base di pasticciotto e per questo ringrazio Lucia (Le ricette di Luci) ambasciatrice della giornata nazionale che ci racconterà con la sua coinvolgente passione la storia e le tradizioni del pasticciotto leccese.
Essendo vegetariana ho preparato la pasta frolla con il burro, ma i tradizionalisti dicono che la friabilità e la fragranza che contraddistinguono e rendono unico il pasticciotto si raggiunge solo con l’utilizzo dello strutto. Da parte mia posso dirvi che anche con il burro il risultato è stato molto buono, ovviamente non posso avere un confronto ma sono ugualmente soddisfatta del risultato.

Ingredienti per il pasticciotto leccese.

Dosi per circa 12 pasticciotti piccoli.

Per la pasta frolla:

  • 500 grammi di farina 00;
  • 275 grammi di zucchero a velo;
  • 225 grammi di burro;
  • 2 uova intere e un tuorlo;
  • 3 grammi si latte;
  • 5 grammi di bicarbonato di ammonio;
  • 3 grammi di sale;
  • scorza di limone.

Per la crema pasticcera:

  • 500 grammi di latte intero fresco;
  • 100 grammi di zucchero semolato;
  • 5 tuorli;
  • 23 grammi di farina;
  • 23 grammi di amido di mais.

Preparazione del pasticciotto leccese.

Preparazione della pasta frolla.

Tenete burro e uova a temperatura ambiente per circa 20 minuti.
Lavorate il burro tagliato a pezzetti con tutto lo zucchero. Aggiungete uno alla volta le uova intere e il tuorlo.Unite anche il sale e la scorza di limone grattugiata.
Sciogliete il bicarbonato di ammonio nel latte e aggiungetelo a filo nel composto.
Unite in un solo colpo la farina e lavorate prima formando delle briciole poi compattate la massa ottenendo un panetto.
Ricoprite con della pellicola e conservate in frigorifero per almeno due ore.

Preparazione della crema pasticcera.

Scaldate il latte con 50 grammi di zucchero e la scorza del limone, coprite e lasciate riposare per circa 20 minuti.
Mescolate il resto dello zucchero con i tuorli, l’amido e la farina. Diluite aggiungendo poco per volta il latte filtrato.
Fate cuocere la crema a fuoco dolce (preferibilmente a bagno maria) senza mai smettere di mescolare fino a che sarà diventata densa e liscia.
Appena pronta versatela in un teglia in modo da farla raffreddare velocemente. Quindi copritele con pellicola a contatto e riponete in frigo.

Composizione e cottura dei pasticciotti.

Riprendete la pasta frolla, rilavoratela velocemente per dargli elasticità (elasticità intesa nei limiti della pasta frolla, che ben sappiamo che deve subire una lavorazione minima), stendetela allo spessore di circa 0.8 cm, rivestite il fondo dei vostri stampini ed eliminate la pasta in eccesso che fuoriesce dal bordo.
Riempite i pasticciotti con abbondante crema pasticcera. Stendete il la pasta frolla avanzata ad spessore un poco più sottile (circa 0.5 cm) e create dei coperchi con i quali chiudere i pasticciotti. Sigillate bene facendo aderire i due stati di pasta. Riponete in frigo e fate raffreddare per un’ora circa.
Questo passaggio serve per raffreddare bene la crema pasticcera ed evitare che in forno possa giungere al bollore e fuoriuscire dal pasticciotto.
Scaldate il forno a 180°C quindi spennellate i pasticciotti con tuorlo e mettete in forno per circa 20 minuti fino a che saranno ben dorati in superficie.

Pasticciotto leccese, ricetta

Il pasticciotto leccese per iniziare la giornata alla grande!


About the Author:

26 Comments

  1. Franca Savà 28 luglio 2016 at 10:53 am - Reply

    Sembrano deliziosi, come del resto tutte le preparazioni della tradizione! Buona giornata!

    • Cristina Tiddia 30 luglio 2016 at 9:54 am - Reply

      Si hai ragione Franca, il nostro patrimonio gastronomico nasconde tante prelibatezze!

  2. Lucia 28 luglio 2016 at 1:31 pm - Reply

    Ciao Cara Cristina!!!! I tuoi pasticciotti sono veramente belli!!! Per l’uso del burro non ti preoccupare perchè il tuo è un motivo molto valido…i pugliesi non te ne vorranno!!!! La crema ha una consistenza perfetta, la frolla è bella e la cottura perfetta!!! Brava Brava Brava!!!! grazie per esserci sempre nelle mie giornate!!!

    • Cristina Tiddia 30 luglio 2016 at 9:53 am - Reply

      Grazieeee Lucia!!! Per me è un piacere partecipare alle tue giornate! E grazie a te e al calendario sto scoprendo tanti piatti della nostra cucina italiana che fin d’ora non avevo mai preso in considerazione e che invece sono eccezionali!!!

  3. sarapixel 28 luglio 2016 at 3:18 pm - Reply

    Burro o strutto, lisci o ricci… I pasticciotti sono una meraviglia! Complimenti Cristina, sempre bravissima! Un abbraccio

  4. Sonia 28 luglio 2016 at 9:40 pm - Reply

    Mamma mia che buoni!!!

  5. Paola 18 agosto 2016 at 4:45 pm - Reply

    Ho assaggiato questi pasticciotti e sono divini! Grazie per la ricetta, li preparerò anche io!

  6. francesca raffa 18 agosto 2016 at 5:43 pm - Reply

    Questi sono i miei preferiti ma ancora non avevo trovato la ricetta giusta! li proverò

  7. Germana 18 agosto 2016 at 7:25 pm - Reply

    Un dolce fantastico e di tradizione. Molto brava!

  8. Annamaria 18 agosto 2016 at 11:41 pm - Reply

    Dei dolcetti davvero deliziosi e la cremina all’interno davvero ottima! Bravissima!

  9. una siciliana in cucina 19 agosto 2016 at 8:44 am - Reply

    mai assaggiati devono essere buonissimi

  10. I Sapori di Ethra 19 agosto 2016 at 9:15 am - Reply

    Qui Cristina sei andata a scavare nel profondo del mio cuore.. questo è in assoluto il mio dolcetto preferito.. starei ore e ore a leggere la tua ricetta…Grazie grazie grazie vedrò di farlo a velocità supersonica e ti faccio sapere. Ma comunque so già che la ricetta è perfettissima

    • Cristina Tiddia 19 agosto 2016 at 3:31 pm - Reply

      Sono contenta Francesca! E’ la prima volta che preparo i pasticciotti ma non vedo l’ora di rifarli perchè sono buonissimi

  11. Elisabetta 19 agosto 2016 at 10:41 am - Reply

    burro o strutto il risultato è eccezionale! Una mia amica leccese preparava sempre una versione gigante del pasticciotto..non arrivava nemmeno a sera! 🙂 grazie per la ricetta

    • Cristina Tiddia 19 agosto 2016 at 3:30 pm - Reply

      Si sono buonissimi!!Ho visto che lo fanno anche a forma di torta!Voglio provarlo anche così

  12. Mira 19 agosto 2016 at 11:59 am - Reply

    Impossibile resistere a questa tentazione!!! Buonissimiiii

  13. Manuela 19 agosto 2016 at 3:51 pm - Reply

    Adoro i pasticciotti!!!la mia versione preferita è con la crema e un’amarena al centro!!!!!!

    • Cristina Tiddia 20 agosto 2016 at 8:01 am - Reply

      Si è vero sono molto buoni! Ho visto che li fanno anche con l’amarena, infatti li voglio riprovare anche in questa versione 😉

  14. marilù 19 agosto 2016 at 4:50 pm - Reply

    Da pugliese non posso che apprezzare la tua ricetta… apprezzo ancor di più il tuo entrare in punta di piedi nel preparare qualcosa che non hai mai nè assaggiato e nè visto fare! Sei stata davvero delicata e poco saccente e mi è piaciuta un sacco la tua introduzione! Stai tranquilla perchè nessuno te ne vorrà per la sostituzione dello strutto anzi, le tue motivazioni sono fondate! Da pugliese posso solo complimentarmi davvero con te; colore perfetto, cottura idem e crema abbondante proprio come i pasticciotti leccesi.. brava brava brava

    • Cristina Tiddia 20 agosto 2016 at 8:02 am - Reply

      Grazieee Marilù!!! Mi fa molto piacere ricevere il tuo apprezzamento e ringrazio la vostra tradizione per averci regalato un prodotto così buono!!!!Un bacione

  15. Vittoria 20 agosto 2016 at 7:41 am - Reply

    Buonissimi mai assaggiati e leggendo la tua ricetta sono semplici e golosi, proverò a farli, domenica grazie per la ricetta ?

Leave A Comment