Cheesecake cocco caffè


Cheeesecake cocco caffè. Nuova sfida all’mtc ancora una volta lanciata da una coppia. I vincitori della scorsa gara sui biscotti sono stati i simpaticissimi Fabio D’amore e Anna Luisa Vingiani del blog Assaggi di Viaggio con i Biscotti Acqua e Menta, un grande capolavoro che potete ammirare in questo post.
Come da regolamento spetta loro la scelta del tema per l’mtc n.57 . Con mia grande gioia, e soprattutto di mio marito Fabio, scopro che in questa gara ci confronteremo con il cheesecake proponibile sia in versione dolce (cotta o cruda) che in versione salata (solo cruda).

Cheesecake cocco caffè, ricetta

Cheesecake cocco caffè, con i bordi martoriati!

Decido di iniziare con la versione dolce. Guarda caso proprio il 16 maggio era il compleanno di Fabio (mio marito) e non potevo che accontentarlo preparandogli il suo dolce preferito, il cheesecake appunto. Quindi, come già accaduto per i biscotti alle arachidi dell’mtc n.56, anche questa volta c’è il suo contributo oltre che per le fotografie (è lui il mio fotografo personale), anche nell’idea dell’abbinamento cocco caffè. Purtroppo, con la mia imbranataggine sono riuscita a rovinare il soggetto della foto.

Per le sue caratteristiche il cheesecake newyorkese (ossia la versione che va in forno) va cotto assolutamente negli stampi a cerniera per poterlo poi sformare con facilità. Io, furba come una volpe, non avendo uno stampo adatto alle dimensioni che intendevo utilizzare (ossia uno stampo da 22 cm) ho usato il fondo estraibile dello stampo da 24 cm, ho adagiato sopra un foglio di carta da forno e sopra di questo ho posto l’anello dello stampo da 18 cm con la cerniera aperta. Ah, che genialata ! Non mi sono neanche preoccupata di rivestire i bordi con carta da forno. Qual’è il senso di usare uno stampo a cerniera con la cerniera già aperta? E dopo per allargare e togliere l’anello cosa cavolo apri? Queste domande me lo son posta nel  momento sbagliato quando ho dovuto martoriare il bordo del cheesecake per staccarlo dall’anello! Una mossa da vera volpe ubriaca! Va be pazienza, sicuramente questo errore non lo ripeterò, ma urge l’acquisto di uno stampo da 22 cm! Amazon è sempre li che aspetta con ansia l’accesso del mio account.

Cheesecake cocco caffè, ricetta

Cheesecake cocco caffè accompaganta con salsa al caffe

E ora passiamo alla preparazione del cheesecake cocco caffe. Alla luce della mia drammatica esperienza vi posso dire che queste dosi sono ideali per uno stampo (apribile) da 22 cm oppure per un cheesecake più basso utilizzate uno stampo da 24 cm.

Ingredienti per cheesecake cocco caffè.

Dosi per 8 porzioni.

Per la base:

  • 200 grammi di farina 00;
  • 100 grammi di burro;
  • 100 grammi di zucchero di canna;
  • 25 grammi di cacao amaro in polvere;
  • 2 cucchiaini rasi di polvere di caffè (non quello solubile, ma quello che si mette nella caffettiera);
  • una decina circa di chicchi di caffè;
  • un pizzico di sale (io ho utilizzato del sale grosso integrale);
  • una spolverata di cannella.

Per la crema:

  • 500 grammi di formaggio quark;
  • 180 grammi di zucchero semolato;
  • 2 uova intere;
  • 2 tuorli;
  • 100 grammi di latte di cocco;
  • 2 cucchiai di cocco rapè.

Per il secondo strato di crema:

  • 200 grammi di panna acida;
  • 20 grammi di zucchero;
  • una spolverata di cannella.

Per la salsa al caffè:

  • 150 grammi di cioccolato fondente;
  • 3 tazzine piene di caffè.

Preparazione del cheesecake cocco caffè.

Preparate la base per il cheesecake. Mettete all’interno di un tritatutto gli ingredienti in polvere: la farina, lo zucchero, il cacao, il caffè in polvere insieme ai chicchi e il sale. Fate fare qualche giro per mescolare il tutto. Aggiungete il burro (tenuto a temperatura ambiente massimo per 5/10 minuti) e fate andare fino a d ottenere un composto sbriciolato.
Preparate lo stampo a cerniera (con la cerniera chiusa!): rivestite il fondo e i bordi con della carta da forno (per farla aderire perfettamente senza formare pieghe, ricordate di imburrare lo stampo). Disponete le briciole sul fondo e pressatele bene, fatele aderire anche sulle pareti in modo da creare un bordo di circa 2-3 cm di altezza. Mettete lo stampo in frigo e lasciatelo raffreddare. Dopo circa 30 minuti (meglio ancora se un’ora) accendete il forno a 180 °C e fate fare una cottura in bianco del guscio del vostro cheesecake. Ritagliate un cerchio di carta da forno e mettetelo all’interno della teglia a coprire l’impasto. Riempite con le sfere di ceramica e mettete in forno già caldo a 180 °C per circa 10 minuti. Proseguite ancora per 5 minuti scoperto.
Togliete dal forno e nel mentre che raffredda preparate la crema.

Lavorate con un cucchiaio il formaggio quark con lo zucchero, aggiungete un uovo alla volta facendo sempre incorporare prima di proseguire con la successiva aggiunta. Unite il latte di cocco e il cocco rapè. Versate la crema all’interno dello stampo e mettete in forno a 140/160 °C fino a che la crema non sarà più liquida ma apparirà densa e appena rappresa.

Il tempo dipenda dalla temperatura raggiunta dal vostro forno, dal posizionamento della teglia, dallo spessore del ripieno ecc. Io solitamente faccio cuocere per circa 30/40 minuti, ma osservando il vostro cheesecake capirete quale sarà il momento giusto per spegnere. Se prolungate troppo la cottura si gonfierà, la superficie diventerà dorata e si potranno creare delle crepe sulla superficie, il suo interno sarà più asciutto e (secondo me) con un sapore più marcato di uovo e di grasso. Ho visto tanti cheesecake cotti in questo modo e credo sia una questione di gusti. Io ad ogni modo lo preferisco con una consistenza più morbida e cremosa.

Dopo aver cotto il cheesecake lasciatelo riposare fuori dal forno per circa 30/ 40 minuti dopo di che preparate il secondo strato di crema alla panna acida: mescolate la panna acida con lo zucchero e una spolverata di cannella e versatela sopra il cheesecake. Rimettete in forno riscaldato a 170/180 °C per circa 7 minuti (questo strato di panna dopo la cottura sarà liquido e si rassoderà con il riposo in frigo).
Lasciate intiepidire prima a temperatura ambiente poi riponete in frigo per almeno una notte.

Il giorno prima potete preparare anche la salsa.Tritate finemente il cioccolato e mettetelo in una terrina. Aggiungete il caffè ben caldo e mescolate fino a quando tutto il cioccolato si sarà fuso (se necessario aiutatevi con un bagno maria).
Conservate la salsa in frigo e riscaldatela al microonde a bassa potenza, prima dell’utilizzo.
Prima di servire decorate il cheesecake secondo la vostra fantasia e servite le fette accompagnate con la salsa al caffè.

cheesecake-al-cocco-IMGP7707

 

Con questa ricetta partecipo all’Mtc n.57

bannersfida


By | 2016-05-19T19:38:59+00:00 maggio 19th, 2016|Categories: Dolci al Cucchiaio, Ricette dolci, Torte e Biscotti|Tags: , , , , , |12 Comments

About the Author:

12 Comments

  1. Anna Laura 20 maggio 2016 at 11:42 am - Reply

    Mi incuriosisce molto il sentore di cannella in abbinamento al cocco e al caffè. Ho idea che lo proverò presto. E tranquillizzati per l’aspetto: è talmente invitante che nessuno farebbe mai caso ad un bordo un tantino “sofferto”!

    • Cristina Tiddia 23 maggio 2016 at 8:19 am - Reply

      Grazie Anna Laura, ma si diciamo che bisogna imparare anche dagli errori, credo che non userò mai più l’anello in questo modo!!

  2. Helga 20 maggio 2016 at 3:30 pm - Reply

    Questo devo assolutamente appuntarlo per un mio amico che adora il caffè e poi anche perchè non ho mai utilizzato cocco e caffè. Superba realizzazione, veramente eccelsa! Baciotti e ronron Helga e Magali

  3. Franca Savà 20 maggio 2016 at 6:11 pm - Reply

    Che meraviglia! Ha un aspetto così goloso e poi l’idea del caffè…. Buona serata!

  4. Anna Luisa 20 maggio 2016 at 10:58 pm - Reply

    Mi piace la consistenza del tuo cheesecake, mi piacciono i sapori e mi piace come lo hai decorato 🙂
    Concordo con te quando dici che il cheesecake non deve essere cotto troppo, una delle sue peculiarità e proprio la consitenza, ed a te è riuscita alla perfezione 😉
    Baci
    Anna Luisa

    • Cristina Tiddia 23 maggio 2016 at 8:15 am - Reply

      Grazie Anna Luisa, mi fa veramente piacere leggere il tuo commento positivo! Mi ridà fiducia!!

  5. Fabio 20 maggio 2016 at 11:01 pm - Reply

    Il bello della cucina è anche sapersi ingegnare per risolvere delle problematiche. A volte lo si pensa dopo cosa sarebbe stato meglio. Ma a volte si ha difficoltà anche con gli stampi adatti, figuriamoci con quelli improvvisati 😀 Però direi che hai salvato alla grande la situazione e sicuramente tuo marito avrà gradito molto il tuo dolce.

    • Cristina Tiddia 23 maggio 2016 at 8:15 am - Reply

      Grazie Fabio! Purtroppo a me capita troppo spesso di pensarci dopo a quello che non avrei dovuto fare 🙁 Prima o poi imparerò la lezione!

  6. Raffaella 30 maggio 2016 at 3:05 pm - Reply

    Wow! Ma qui non si scherza affatto! Questa cheesecake risulta cremosa, ma soda al punto giusto.. e mi piace da morire.. dalla sua linea estetica pulita e precisa, fino all’abbinamento dei sapori. Brava!

    • Cristina Tiddia 31 maggio 2016 at 4:29 pm - Reply

      Grazie Raffaella!!!Io incece avrei coluto un risultato più pulito e preciso, purtroppo la cavolata che ho fatto con l’anello mi ha portato a martoriare il bordo del cheesecake!

Leave A Comment