Zuppa di farro


Zuppa di farro. Quante volte ho preparato la zuppa di farro ma in quattro anni non sono riuscita a pubblicarla sul blog. Oggi finalmente fa la sua comparsa nella categoria zuppe e minestre grazie al calendario del cibo secondo cui oggi se ne celebra la giornata nazionale. Sul post ufficiale Fabio Campetti ,del blog Visioni dalla cucina in là ,ci racconta tradizioni e curiosità della zuppa di farro.

Zuppa di farro e fagioli, ricetta regionale

Zuppa di farro e fagioli tutta da gustare.

La zuppa di farro è una tra le mie minestre preferite: cremosa e avvolgente da gustare calda, preferibilmente a cena, in assoluta calma, senza fretta, assaporandone a fondo i profumi. Nelle versione che vado a proporvi ho voluto dare alla zuppa di farro una nota mediterranea aggiungendo del finocchietto selvatico. Inoltre la presenza dei fagioli cannellini completa il piatto dandoci l’apporto di proteine e altre sostanze utilissime per il nostro organismo. Quindi che dire, la zuppa di farro è buona e ci fa bene.

Ingredienti per la zuppa di farro.

Dosi per quattro persone:
  • 150 grammi di fagioli cannellini secchi;
  • 200 grammi di farro;
  • uno spicchio d’aglio;
  • una cipolla dorata;
  • un gambo di finocchietto selvatico;
  • 200 grammi di polpa di pomodoro;
  • verdure miste per il brodo (carota,sedano, cipolla, prezzemolo);
  • una foglia di alloro;
  • due cucchiai d’olio;
  • sale e pepe.

Preparazione della zuppa di farro.

La sera prima preparate i fagioli per la cottura: sciacquateli bene e metteteli in ammollo in abbondante acqua.
Dopo circa 8-10 ore di riposo scolateli e sciacquateli nuovamente, metteteli in una pentola piena d’acqua fredda e portate a bollore. Nella stessa pentola aggiungete anche della verdure aromatiche ossia una carota, un gambo di sedano ( preferibilmente la parte con le foglie), una cipolla, qualche rametto di prezzemolo e un rametto di finocchietto selvatico. Quando l’acqua raggiunge il bollore abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa 60 minuti fino a che i fagioli saranno morbidi e ben cotti ( i legumi al dente non sono molto gradevoli!).
Prima di iniziare la cottura del farro aspettate che i fagioli siano giunti a cottura (o quasi) perchè dovrete sfruttare l’acqua di quest’ultimi.
Tritate finemente la cipolla, l’aglio e la parte tenera del finocchietto. Mettete il tutto in una pentola alta e fate cuocere dolcemente per alcuni minuti insieme a due cucchiai d’olio. Aggiungete la polpa di pomodoro e il farro dopo averlo lavato. Aggiungete parte dell’acqua di cottura dei fagioli e fate cuocere per circa 30 minuti. Dopo di che aggiungete anche i fagioli e se necessario anche la restante acqua dopo aver eliminato le verdure, fate cuocere ancora per altri 30 minuti a fuoco dolce e negli ultimi 10 minuti regolate di sale, e aggiungete una foglia di alloro spezzata e un ciuffetto di finocchietto.
Infine servite la zuppa di farro ben calda irrorate con un filo d’olio d’oliva crudo e accompagnate con del buon pane tostato o con del pane carasau.

Zuppa di farro e fagioli, ricetta primi piatti

Zuppa di farro e fagioli, cremosa con un profumo di finocchietto selvatico che vi avvolgerà

Zuppa di farro e fagioli, ricetta vegetariana

Zuppa di farro e fagioli al profumo di finocchietto selvatico


About the Author:

7 Comments

  1. Fabio 2 marzo 2016 at 10:01 am - Reply

    Grazie Cristina del tuo contributo, non vedo l’ora di avere anch’io a disposizione il finocchietto selvatico … ma manca pochissimo. Buona la tua zuppa, a presto! Fabio

    • Cristina Tiddia 8 marzo 2016 at 9:15 am - Reply

      Grazie a te, Fabio per averci spronato a fare la zuppa di farro e per averci fatto conoscere meglio questo ingrediente prezioso e antico.

  2. Andreea 2 marzo 2016 at 4:44 pm - Reply

    Complimenti per questa bellissima zuppa, mi piace molto come si presenta ! Un abbraccio !

  3. sabrina 18 marzo 2016 at 10:36 am - Reply

    Il finocchietto selvatico, trovo che dia una marcia in + ovunque venga utilizzato. Con i fagioli cannellini in questa zuppa penso che ci stia benissimo.

    • Cristina Tiddia 20 marzo 2016 at 3:43 pm - Reply

      Anche io sono grande amante del suo aroma e quando lo posso lo utilizzo spesso!

  4. PapricaeCannella 29 ottobre 2016 at 10:01 pm - Reply

    ottima!!!

Leave A Comment