Zuppa inglese agli agrumi


Zuppa inglese agli agrumi. Come avrete notato a partire da gennaio i miei post spesso seguono le giornate nazionali del calendario del cibo. Ho già preparato un elenco di ricette che mi piacciono e che sono curiosa di provare, e mi impegno per dare il mio contributo anche su piatti che non conosco, ma non mi tiro indietro neanche su ricette già presenti nel mio blog. Oggi ricorre la giornata nazionale della zuppa inglese e tempo fa vi parlai della versione classica di questo dessert, ma quest’oggi la sua presentazione sarà in tutt’altra veste, in primis perché potete, anzi possiamo e dobbiamo, approfondire l’argomento tramite la lettura di questo post dove la bravissima Rita Mezzini, del blog La fucina culinaria, ci racconta la zuppa inglese nella sua tradizione più stretta.

Zuppa inglese agli agrumi.

Zuppa inglese agli agrumi, amore al primo assaggio.

Qualcuno forse ricorda che non amo i liquori ed in particolare che nutro una profonda avversione nei confronti dell’alchermes, ingrediente caratterizzante della zuppa inglese. E dato che mi sono già sacrificata per una zuppa inglese all’alchermes, questa volta ho deciso di utilizzare una bagna alternativa che richiamasse lo stesso colore dell’alchermes ma che fosse di mio gradimento. E cosa c’è di rosso in questo periodo? Le arance, dolci, succose e rossissime. Da qui nasce l’idea di dare un tocco agrumato a tutti i componenti della zuppa inglese a partire dal pan di Spagna alle arance e mandorle (ricetta di Leonardo Di Carlo), la crema pasticcera al limone, la bagna alle arance rosse, il tutto accompagnato da una salsa al mandarino.

Curiosi di sapere come si prepara? Ecco a voi la zuppa inglese agli agrumi!

Ingredienti per la zuppa inglese agli agrumi.

Dosi per 6 persone.

Per il Pan di Spagna (stampo da 22/24 cm di diametro):

  • 200 grammi di uova intere (circa 4 uova medie);
  • 100 grammi di zucchero semolato;
  • 10 grammi di miele;
  • la buccia di un’arancia grattugiata;
  • 100 grammi di farina 00;
  • 60 grammi di farina di mandorle;
  • un pizzico di sale (per la precisione 0,6 grammi);
  • 25 grammi di burro fuso a 40°C.

Per la crema pasticcera al limone:

  • 500 grammi di latte;
  • 5 tuorli di uova medie;
  • 120 grammi di zucchero;
  • 25 grammi di amido di mais;
  • 15 grammi di amido di riso;
  • la buccia grattugiata di un limone;
  • un baccello di vaniglia.

Per la bagna all’arancia rossa:

  • 4 arance rosse;
  • 60 grammi di zucchero;
  • 40 grammi di acqua;
  • 2 cucchiai di rhum.

Per la salsa al mandarino:

  • 400/450 grami di mandarini (pesati con la buccia);
  • 120 grammi di zucchero;
  • il succo si un limone.

Per guarnire:

  • filetti di mandorle tostate;
  • scaglie di cioccolato fondente.

Preparazione della zuppa inglese agli agrumi.

Preparazione del pan di Spagna.

Preparate il Pan di Spagna con il metodo a caldo. Fate scaldare le uova mescolate con lo zucchero, il miele e la scorza di arancia, fino ad una temperatura massima di 45-50°C.
Versate il tutto nel cestello della planetaria e montate con la frusta fino ad avere un composto ben montato, stabile con un notevole aumento di volume. Ora potete aggiungere la farina setacciata e mescolata con la farina di mandorle. Unite il tutto a mano mescolando delicatamente con movimenti che partono dal centro e che vanno dal basso verso l’alto.
Prelevate circa 50 grammi di composto e mescolatelo con il burro fuso. Quindi aggiungetelo delicatamente al resto dell’impasto. Versate nello stampo imburrato e infarinato e fate cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 30 minuti. Prima di spegnere verificate la cottura al cuore con uno stecchino.
Sfornate e lasciate riposare il Pan di Spagna per qualche minuto prima di estrarlo dallo stampo e farlo raffreddare sopra un griglia.

Preparazione della crema pasticcera al limone.

Scaldate il latte con 50 grammi di zucchero, la buccia del limone grattugiata (senza la parte bianca) e il baccello di vaniglia. Quando sta per giungere alla temperatura di ebollizione spegnete e lasciate in infusione per almeno 20 minuti.
Lavorate i tuorli con il restante zucchero fino ad avere un consistenza soffice, aggiungete gli amidi e diluite con il latte aromatizzato e filtrato. Mescolate il tutto e mettete a scaldare su fuoco molto dolce fino a che la crema si sarà addensata. Trasferitela in una ciotola ben fredda in modo da far scendere velocemente la temperatura ed evitare il rischio di contaminazioni. Coprite con pellicola a contatto e riponete in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Preparazione della salsa al mandarino.

Sbucciate i mandarini, tagliateli a pezzi molto grossolanamente ed eliminate eventuali semi. Trasferite il tutto in un pentolino, mescolate con lo zucchero e aggiungete il succo di limone. Fate cuocere a fuoco vivace per circa 15 minuti. Filtrate la salsa mediante un colino. Se la consitenza vi sembra troppo fluida rimettete ancora sul fuoco per qualche minuto ancora.

Preparazione della bagna all’arancia rossa.

Preparate lo zucchero liquido portando a bollore lo zucchero disciolto nell’acqua. Fate cuocere pochi minuti fino a che tutto lo zucchero sarà completamente disciolto.Tenete da parte e lasciate raffreddare.
Tagliate a metà le arance e ricavatene il succo utilizzando lo spremi agrumi.
Aggiungete al succo di arancia lo zucchero liquido e il liquore.

Ora avete tutto l’occorrente per preparare la zuppa inglese agli agrumi.

Tagliate a fette il pan di Spagna e con questo rivestite il fondo e i bordi degli stampini di alluminio. Inzuppate bene con la bagna all’arancia. Riempite con la crema pasticcera, chiudete con una base di pan di spagna e inzuppate ancora con bagna all’arancia (non siate tirchi, il pan di spagna della zuppa inglese è assettato e vi chiede tanto succo, altrimenti non è zuppa!).
Coprite gli stampini Con della pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno due ore.
Al momento di servire capovolgete gli stampini sui singoli piattini, guarnite con mandorle tostate e scaglie di cioccolato e accompagnate con la salsa al mandarino.

Zuppa inglese agli agrumi.

Zuppa inglese agli agrumi. Un cuore di morbida e golosa crema pasticcera al limone interrotta dalla croccantezza delle mandorle e del cioccolato


About the Author:

16 Comments

  1. Flavia 17 febbraio 2016 at 10:13 am - Reply

    Mi sto girando tutte le,proposte di Zuppe Inglesi della giornata e sono tutte una più bella dell’altra, la tua rivisitazione agli agrumi è un’idea interessante e gustosa…io sto segnando tutto perché trovo sia un dolce che dobbiamo riportare in auge, anche se in Emilia Romagna non è ma andato dimenticato, ciao Flavia

    • Cristina Tiddia 23 febbraio 2016 at 10:12 am - Reply

      Hai ragione è un ottimo dolce che si presta bene a delle varianti senza andare ad alterare la natura della ricetta! E’ un vero peccato se andasse perso..

  2. Patty 17 febbraio 2016 at 12:44 pm - Reply

    Una zuppa inglese Trompe l’oeuil furbissima. Non avrei mai detto che quel colore rosso potesse essere qualcosa di diverso dall’Archermes, ma credo che sia un bel compromesso se non si ama questo liquore.
    Idea molto carina e grazie per il tuo contributo,
    Bacione, Pat

    • Cristina Tiddia 23 febbraio 2016 at 10:10 am - Reply

      Be ogni tanto bisogna accontentare anche i gusti di chi prepara i piatti!! Grazie a tutti voi!

  3. Rita Mezzini 17 febbraio 2016 at 1:11 pm - Reply

    Interessante questa zuppa inglese che riserva una sorpresa all’assaggio!!
    grazie per la collaborazione
    Rita

  4. laura 17 febbraio 2016 at 1:56 pm - Reply

    ha un aspetto delizioso! bravissima!

  5. Andreea 17 febbraio 2016 at 4:50 pm - Reply

    Wooooou…, che golosità, una coccola cucchiaino dopo cucchiaino !

  6. Giovanna 17 febbraio 2016 at 5:52 pm - Reply

    Ciao Cristina, com’è sfiziosa questa zuppa inglese agli agrumi! Che bella! Non l’ho mai provata ma immagino si crei un piacevole contrasto con la salsa. Del resto si usa in alcune versioni inserire frutta credo proprio per questa esigenza di alleggerire e rinfrescare il tutto. Complimenti!

    • Cristina Tiddia 20 febbraio 2016 at 12:46 am - Reply

      Grazie Giovanna, mi fa piacere sapere che ti piaccia l’idea della versione agrumata!

  7. Roberta Ficarelli 17 febbraio 2016 at 9:25 pm - Reply

    Splendida ricetta!! Bravissima Cristina ?

  8. Anisja 17 febbraio 2016 at 10:16 pm - Reply

    Un incanto agrumato! favoloso accostamento di sapori e consistenze, la salsa al mandarino, poi, deve essere paradisiaca 🙂

    • Cristina Tiddia 20 febbraio 2016 at 12:44 am - Reply

      Grazie Anisja, si devo dire che è stata un’ottima alternativa alla classica versione alcolica!
      Un abbraccio!

Leave A Comment