Frittelle di quinoa e cavolfiore


Le frittelle di quinoa e cavolfiore, contrariamente a quanto può far credere il nome della ricetta, non sono fritte ma sono cotte in padella con pochissimo olio. Il risultato finale è comunque simile a quello che si otterrebbe con la frittura, infatti l’impanatura esterna di pangrattato e i granelli di quinoa contribuiscono alla formazione di una crosticina esterna che rende le frittelle particolarmente croccanti.
Ma la croccantezza non è l’unica caratteristica che le rende così stuzzicanti, anche il loro sapore, dato soprattutto dalla quinoa, è davvero unico (ammetto di essere amante della quinoa).

Frittelle di quinoa

Le frittelle di quinoa si accompagnano bene con un misto di verdure di stagione

Comunque se avete modo di acquistare una confezione di quinoa vi suggerisco vivamente di provare queste frittelle.

Ingredienti per le frittelle di quinoa.

Dosi per quattro persone:
  • 200 grammi di quinoa;
  • 200 grammi di cavolfiore;
  • una spolverata di curcuma;
  • noce moscata;
  • un uovo;
  • pan grattato;
  • olio sale

Preparazione delle frittelle.

Mettete la quinoa in un colino a maglia stretta e sciacquatela sotto il getto dell’acqua.
Riempite una pentola con un quantitativo d’acqua che sia il doppio del volume della quinoa (due tazze d’acqua per una tazza di quinoa), versate dentro la quinoa e portate a bollore. Fate cuocere finche i granelli di quinoa si saranno aperti e l’acqua assorbita, coprite la pentola e lasciate riposare.
Nel frattempo preparate il cavolfiore. Dividetelo in cimette, lavatelo e fatelo cuocere a vapore oppure, se preferite, potete lessarlo in acqua leggermente salata per 8-10 minuti o comunque il tempo necessario affinché diventi abbastanza morbido.
Scolate quindi le cimette del cavolfiore, schiacciatele grossolanamente con una forchetta e unitele alla quinoa e mescolate. Prima di aggiungere l’uovo assaggiate ed eventualmente regolate di sale.
Ora aggiungete un uovo, una spolverata di curcuma, una grattata di noce moscata, un cucchiaio d’olio, un pizzico di pepe e mescolate bene. Con le mani prelevate delle piccole porzioni di impasto e formate, grossolanamente, delle palline che rotolerete nel pangrattato. Se l’impasto vi sembra eccessivamente morbido aggiungete una manciata di pangrattato (ma non troppo altrimenti si induriranno dopo la cottura).
Versate un giro d’olio in una padella e via via aggiungete, dopo averle appiattite leggermente, le frittelle di quinoa e cavolfiore. Fate cuocere prima da un lato e poi dall’altro fino a leggera doratura. Servite ben calde accompagnando a piacere con della verdura mista cotta a vapore o con una fresca insalata.

Frittelle di quinoa e cavolfiore

Croccanti e saporite, le frittelle di quinoa si possono anche mangiar con le mani

Variante.

Se non avete a disposizione del cavolfiore potete sostituirlo con delle altre verdure di stagione come per esempio zucchine, carote o piselli.


About the Author:

Leave A Comment