Pabassinas di sapa


 Le pabassinas di sapa sono dei dolcetti tipici sardi preparati per la festività di Ognissanti.
Sotto il nome di pabassinas generalmente si intendono due tipologie di dolci molto diverse tra loro, ma che hanno in comune la presenza dell’uva passa (nel dialetto sardo chiamata appunto “pabassa”).
Pabassinas di sapa, ricette tradizionali

Pabassinas di sapa, dolcetti tipici preparati in Sardegna per le festività di Ognissanti

Nella parte settentrionale della Sardegna le pabassinas sono dei biscotti il cui impasto viene arricchito con uva passa, noci decorati con una glassa bianca. Nelle zone più meridionali, invece, le pabassinas si preparano a partire dalla sapa. La saba viene addensata e fata cuocere con della semola fine di grano duro. Questo composto viene ulteriormente insaporito con abbondante aggiunta di uva passa, mandorle, scorza d’arancia e altri aromi che variano in base alla zona di produzione. Il risultato finale è un composto compatto che può essere facilmente modellato con le mani. Vediamo ora come si cucinano le pabassinas di sapa.

Ingredienti per le pabassinas di sapa.

Dosi per circa 20 pabassinas:

  • 200 grammi di sapa d’uva;
  • 40/50 grammi di semola fine di grano duro;
  • 200 grammi di uva passa;
  • 100 grammi di fichi secchi (*);
  • 20 grammi di scorza d’arancia(*);
  • 200 grammi di mandorle pelate;
  • un pizzico di cannella.

Note.
(*) Io utilizzo i fichi e la scorza di arancia che sono conservati insieme alla sapa.
Se non disponete di questi due ingredienti, potete usare dei fichi secchi messi in ammollo insieme all’uvetta. Oppure aumentare a 300 grammi la dose di uva passa. Anche la scorza di arancia può essere sostituita con delle scorzette di arancia candite ridotte in pasta, oppure con della semplice buccia di arancia fresca grattugiata.

Preparazione delle pabassinas di sapa.

Tostate le mandorle e tritatele grossolanamente.
Lavate l’uvetta e mettetela in ammollo. Sminuzzate finemente i fichi e la scorza d’arancia (se utilizzate quelli conservati con la sapa non hanno bisogno di ammollo perché sono già morbidi. In caso contrario aggiungeteli all’uvetta).
Mettete la sapa in un tegame e mentre inizia a scaldare, versate a pioggia la semola. Mescolate continuamente con una frusta, per evitare la formazione di grumi. Quando inizia ad addensare allontanate dal fuoco e aggiungete l’uvetta scolata, le mandorle, la pasta di fichi e arancia e una spolverata di cannella.

Rimettete sul fuoco per alcuni minuti e mescolate, ora con un cucchiaio, fino a quando il composto si stacca dal fondo del tegame (ci vorranno pochi minuti).

Quando sarà cotto, stendete il composto su un foglio di carta da forno e lasciate raffreddare.
Dopodiché procedete alla formatura dei dolcetti secondo la vostra fantasia. Io ho modellato dei piccoli coni lucidati con un poco di sapa e decorato con palline colorate.

Pabassinas di sapa, ricetta tradizionale

Pabassinas di sapa, decorate con glassa bianca di zucchero e palline colorate

Anche per le pabassinas esistono tantissime ricette diverse tra loro. Quella che vi ho proposto è quella che prepariamo noi in famiglia da tanti anni.


By | 2017-06-21T23:12:18+00:00 ottobre 21st, 2013|Categories: Dolci Sardi, Ricette dolci|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Leave A Comment