Involtini di melanzane con patate profumati al cumino


Involtini di melanzane con patate profumati al cumino, un piatto che si presta bene per essere servito come primo piatto al posto di pasta o riso. Il ripieno di patate ricorda sapori orientali e speziati grazie alla presenza del cumino.
Potete servire gli involtini di melanzane con patate accompagnati da una salsa al latte alle spezie.
Involtini di melanzane con patate, ricetta vegetariana

Involtini di melanzane con patate serviti con salsa al latte leggera

Involtini di melanzane con patate, ingredienti.

Dosi per quattro persone:
  • 2 melanzane viola;
  • 400 grammi di patate (consigliate quelle a pasta bianca farinosa);
  • una piccola cipolla bianca;
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • un mazzetto di erbe aromatiche (alloro, rosmarino. prezzemolo);
  • 1 uovo;
  • due cucchiaini di semi di cumino tostati e ridotti in polvere.
Per il condimento:
  • 300 ml di latte;
  • 10 grammi di amido di mais;
  • 200 grammi di passata di pomodoro;
  • un cucchiaio d’olio;
  • spezie varie (coriandolo, noce moscata, zenzero, alloro).

Preparazione.

Prendete due melanzane viole di dimensioni pressochè uguali. Privatele del picciolo e lavatele. Ricavate da queste 12 fette di circa 1 cm di spessore. Scegliete le fette che risultano essere più grandi e simili tra loro. Il resto tagliatelo a cubetti molto piccoli e regolari.
Ricoprite con carta da forno il fondo di una teglia e disponetevi, senza sovrapporle, le fette di melanzane. Fate cuocere nel forno caldo ad una temperatura di 200° per circa 10 minuti, fino a che non saranno morbide. Togliete dal forno e mettete da parte.
Ponete i cubetti di melanzane in una padella e fateli saltare con un cucchiaio d’olio. Spolverate con un po’ di cumino ridotto in polvere. Fate cuocere per circa 10 minuti. Spegnete e tenete da parte e preparate il ripieno.
Pelate le patate e riducetele a piccoli cubetti. Tritate finemente la cipolla, fatela insaporire in un tegame con un cucchiaio d’olio e il mazzetto legato di erbe aromatiche. Aggiungete i cubetti di patate e subito dopo sfumate con un poco di vino bianco. Lasciate evaporare, dopodiché versate un poco di acqua (o brodo vegetale) e portate a cottura. Spengnete quando il composto si presenterà asciutto e le patate saranno cotte e ben morbide. Eliminate il mazzetto di erbe e con uno schiacciapatate riduce il tutto in un purè omogeneo. Aggiungete i semi di cumino macinati, regolate di sale. Quando il ripieno si sarà intiepidito aggiungete i cubetti di melanzane tenuti da parte, l’uovo. Mescolate per bene, farcite ciascuna fetta di melanzana con un cucchiaio circa di ripieno e chiudete avvolgendo su se stessa la fetta dandogli la forma di un’involtino
Mescolate la salsa di pomodoro con un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale. Versatela sul fondo di una teglia. Disponetevi sopra gli involtini e mettete in forno caldo a 180°C per 20 minuti circa.
Durante la cottura preparate velocemente la salsa al latteMescolate l’amido con il latte freddo, aggiungete una spolverata di spezie miste, la foglia di alloro e un pizzico di sale. Ponete sul fuoco e senza smettere di mescolare portate a bollore.
A circa dieci minuti dal termine della cottura togliete gli involtini dal forno e irrorateli con la salsa al latte. Rimettete in forno e proseguite la cottura. Spegnete e lasciate riposare per qualche minuto prima di servire.
Involtini di melanzane con patate, ricetta estiva

Involtini di melanzane con patate al profumo di cumino

Il cumino: origini e usi in cucina.

Il profumo prevalente (ma non invadente!) in questa ricetta è quello del cumino, merita quindi qualche accenno sulle sue caratteristiche.
Il cumino (cuminum cyminum) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, è originario del Turkestan e trova il suo habitat ideale in terreni aridi e caldi come quelli dell’Egitto, Sicilia e Malta, dove viene largamente coltivato.
La pianta del cumino è costituita da un fusto sottile e ramificato che può raggiungere i 20-30 cm di altezza; le foglie alterne sono fini di forma allungata e prive di peluria, molto simili alle foglie del finocchio; i fiori sono piccoli disposti ad ombrella e, in base alla varietà, possono essere rosa o bianchi; anche i semi di color marroncino sono molto piccoli, hanno una lunghezza di 5-6 millimetri e somigliano ai semi d’anice e ai semi di finocchio.
L’aroma del cumino si concentra soprattutto nei semi utilizzati interi, preferibilmente dopo una breve tostatura che ne intensifica il sentore, meno diffuso è invece l’uso delle foglie che vengono utilizzate per insaporire insalate e salse.
I semi di cumino hanno un gusto molto intenso, leggermente amarognolo e pepato che ben si sposa con molti piatti a base di verdure o di carne. Trovano vasto impiego nella cucina indiana, in diversi piatti tipici del Nordafrica e del Medio Oriente, inoltre il cumino è uno degli ingredienti che compongono il curry e il garam masala.
Il suo utilizzo si estende anche alla cucina occidentale, dove era già conosciuto ai tempi dell’impero romano. In Spagna si aggiunge al chorizo, tipica salsiccia iberica, in Francia si usa per la produzione di alcuni pani tradizionali particolarmente aromatici, in Olanda e in Valle d’Aosta si usa accostarlo ad alcuni formaggi locali. Generalmente il cumino si associa a preparazioni salata ma nella cucina libanese è l’ingrediente principale di una crema dolce chiamata Mighli.

About the Author:

3 Comments

  1. Daisyss 30 agosto 2011 at 10:19 am - Reply

    Ciao! Grazie di essere passata per il mio blog! Ero convinta di essermi già unita al tuo… mah… mi sarò sbagliata! Adesso fatto! 🙂
    Complimenti x il blog!
    Daisyss (anche amante delle melanzane e dolcetti vari!)

  2. Cristina 30 agosto 2011 at 10:41 am - Reply

    Ti ringrazio per la visita!!
    A presto
    Cristy

  3. Makenia 30 agosto 2011 at 4:00 pm - Reply

    Bella questa ricetta…le melanzane mi piacciono in ogni modo e cosi’ non le ho mai provate…copiata ricettina e …grazie!!

Leave A Comment