Polpette di zucchine


Le polpette di zucchine sono un variante vegana delle classiche polpette. Ottime per essere servite come secondo piatto oppure come sfizioso antipasto. Una ricetta facile e leggera che si cucina senza uova e senza frittura.

Polpette di zucchine cotte in forno | Ricetta vegana

Polpette di zucchine, sfiziose e leggere senza uova

L’impasto è insaporito con erbe aromatiche fresche scelta tra quelle che avevo a disposizione. Menta, origano, maggiorana e timo conferiranno freschezza e gusto alle vostre polpette di zucchine.

Le polpette di zucchine saranno apprezzate anche dai più piccoli e anche da coloro che non sono grandi amanti delle verdure.

Provate anche la variante vegetariane delle polpette di verdure , sempre cotte al forno facilissime e gustose!
Vediamo ora come si cucinano le polpette di zucchine.

Ingredienti per le polpette di zucchine.

Dosi per due/quattro porzioni:

  • due zucchine di media grandezza;
  • 150 grammi di pane casereccio;
  • 1 cucchiaino di semi di lino;
  • uno spicchio d’aglio;
  • un mazzetto di erbe aromatiche miste;
  • un cucchiaio d’olio;
  • sale e pepe;
  • pangrattato.

Preparazione delle polpette di zucchine.

Mettete in ammollo i semi di lino in due cucchiai d’acqua per circa 30 minuti. Diventerà una massa gelatinosa che funge da legante in sostituzione dell’uovo.
Tagliate le zucchine a cubetti e fatele insaporire in una padella insieme allo spicchio d’aglio e ad un cucchiaio d’olio. Salate solo a fine cottura.
Tagliate grossolanamente il pane e mettetelo in un tritatutto insieme alle zucchine (ricordate di eliminare lo spicchio d’aglio), i semi di lino e azionate fino ad avere un composto omogeneo e morbido. L’impasto deve avere una consistenza tale da permettervi di formare delle palline. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete un goccio di latte se non siete vegani, oppure dell’acqua o del latte di soia se seguite una dieta vegana.
Lavate e asciugate il mazzetto di erbe aromatiche e dopo averle spezzettate unitele al composto. Prelevate circa un cucchiaio di impasto, arrotondatelo con le mani e passatelo nel pan grattato. Disponete le polpette in una teglia e mettete in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti fino a che diventeranno dorate.

Polpette di zucchine croccanti | Cotte in forno

Polpette di zucchine morbide all’interno, croccanti e gustose all’esterno.

Servite le polpette di zucchine calde, accompagnate a piacere con un’insalata di pomodoro fresco.

Note.

Se non disponete dei semi di lino e non avete problemi all’utilizzo delle uova, per queste dosi di impasto potete aggiungere un tuorlo. Ad ogni modo l’impasto grazie alla presenza del pane sarà comunque compatto sia senza l’uovo sia senza aggiunta dei semi di lino.

Polpette di zucchine, ricetta vegana |Senza uova

Polpette di zucchine croccanti e dorate come se fossero fritte!


About the Author:

5 Comments

  1. Memole 22 giugno 2012 at 7:32 am - Reply

    Appetitose!!!

  2. Daniela 26 giugno 2012 at 5:08 pm - Reply

    Ciao Cristina,ti ringrazio del consiglio,io sono alle prime armi con lo yugurt.ma vedo con piacere che potrà perfezionarmi seguendo la tua ricetta.grazie di nuovo e complimenti per il tuo blog

  3. Daniela 26 giugno 2012 at 5:27 pm - Reply

    Cristina, sono ancora io con una domanda da porti.ho visto che sei molto brava, che sai molte cose e la mia domanda è questa: posso darlo al mio nipotino di nove mesi lo yogurt fatto in casa?
    (se non vuoi disturbarti a venire a trovarmi vengo io a leggere qui la risposta)A presto Daniela

  4. Daniela 29 giugno 2012 at 9:14 pm - Reply

    Ciao Cristina,intanto ti voglio dire che ieri sera ho fatto lo yogurt come mi hai consigliato tu,domani mattina lo assaggerò e ti farò sapere, comunque a vederlo mi sembra bello.
    La ricetta della pasta come avrai potuto vedere è di Giunta e io ho seguito alla lettera ciò che diceva di fare. Il fatto di mettere dei cubetti di ghiaccio, dice che serve per non scaldare il pesto durante la frullatura e non alterarne il sapore.ti devo dire che anch’io ero un poco titubante a metterlo anche perchè pensavo di rompere il mio frullatore nuovo, però non è successo, alle noci non ho tolto la pellicina, non lo faccio mai.La pasta era buona ma dopo quella non ho potuto mangiare altro, però mi era avanzato un poco di pesto allora l’ho messo in frigo e stasera l’ho rifatta ma senza la salsiccia e senza fonduta e ti devo dire che forse forse mi piaceva di più. Un abbraccio Daniela

  5. Daniela 29 giugno 2012 at 9:22 pm - Reply

    Non ti ho finito di rispondere, secondo me il retrogusto leggermente amaro è dato non dalla pelle delle noci ma dal prezzemolo, certe volte è successo pure a me di avvertire questo sapore quando ho messo il prezzemolo tritato sopra.Io proverei a mettere del basilico.Ciao, Ciao

Leave A Comment